“Zefiro Torna”

Musiche di Claudio Monteverdi nel 450esimo anniversario della sua nascita

 

Gruppo vocale Lunaensemble

Il gruppo vocale Lunaensemble, è un ottetto specializzato nella musica vocale polifonica. 
Il repertorio che spazia dal rinascimento alla musica contemporanea è eseguito nella costante ricerca estetica della prassi esecutiva propria di ogni epoca. Il gruppo nasce dalla volontà di alcuni amici musicisti ed esperti di canto polifonico di interpretare le pagine più significative dei repertori a più voci sia nell’ambito della musica sacra che di quella profana.
Al suo attivo già diversi concerti. Collabora, altresì, con il corso di direzione di coro del Conservatorio Puccini di La Spezia, sia in qualità di coro laboratorio, sia per progetti attivati durante l’anno accademico. Si occupa di repertorio corale di varie epoche ed ha preso parte all’esecuzione della Petite Messe Solennelle di Rossini nell’ambito del Sarzana Opera Festival 2016.

Soprani:  Eleonora Di Dato, Donatella Gnani – Contralti: Alessandra Nardelli, Silvia Rio – Tenori: Luciano Bonci, Mario Mori – Bassi: Stefano Baldi, Federico Canese

Carmen Leoni, clavicembalista

Dopo essersi diplomata in organo a Verona, si è trasferita in Olanda, dove, presso il Koninklijk Conservatorium de L’Aia, frequentando i corsi di Jacques Ogg, Ton Koopman e Stanley Hoogland, ha conseguito il diploma di clavicembalo solista. Presso il Conservatorio di Verona, dove ha insegnato musica da camera e basso continuo dal 2001 al 2008, ha organizzato diversi laboratori musicali sul repertorio classico, in collaborazione con Lorenzo Coppola, Alberto Grazzi e Paolo Grazzi. Dal 2009 al 2012 è stata docente di clavicembalo e basso continuo presso il “Conservatorio Superior de Salamanca”. Attualmente insegna clavicembalo e basso continuo presso il Conservatorio di Cesena.

 

Ha collaborato regolarmente a Verona con l’orchestra barocca Il Tempio Armonico, e il gruppo vocale Delitiae Musicae, con quest’ultimo ha inciso l’integrale di Monteverdi e Gesualdo. Non sono mancate nella sua attività professionale numerose collaborazioni con diverse orchestre barocche tra le quali La Petite Bande, Amsterdam Baroque Orchestra, La Risoluzione Amsterdam, Zefiro, I Barocchisti, Venice Baroque Orquestra, Ensemble Il Falcone, Nederland Kamerkoor (T. Hengelbrock, F. Bruggen). Attualmente si esibisce in duo (voce e fortepiano) con Roberta Invernizzi.

 

 

 

“Zefiro Torna”, uno dei testi più noti al pubblico, è il titolo di questo concerto dove protagonista è la musica di Claudio Monteverdi, nel 450esimo anniversario della nascita.
Monteverdi è uno degli esponenti della musica vocale più famoso in tutto il mondo e segna, se vogliamo, il passaggio tra la musica rinascimentale e quella barocca.
Autore fecondissimo è noto principalmente per la sua vastissima produzione di Madrigali.
Il Madrigale, il cui termine è ancora oggetto di discussioni circa la sua origine, è un componimento per piccolo organico vocale dal carattere rustico e pastorale; diffusosi principalmente nel centro Europa a cavallo tra il ‘500 ed il ‘600 richiede una vocalità sicura, dall’intonazione pulita e dal timbro limpido al fine di poter valorizzare gli intrecci armonici particolarissimi di un periodo che chiudeva gradualmente le porte al passato per tuffarsi in quello che diviene essenzialmente la base tutt’ora valida di tutta la musica occidentale.

La produzione madrigalistica di Monteverdi è racchiusa in un vasto arco temporale che va dal 1587 al 1638.