XXIV I Luoghi della Musica

Giunti alla XXIV edizione, il Festival Provinciale “I Luoghi della Musica” (progetto realizzato con il contributo della Fondazione Carispezia nell’ambito del Bando “Eventi Culturali 2018” e dell’Assessorato alla Cultura della Regione Liguria) sarà presente nei Comuni di Santo Stefano Magra e di Sarzana con la XVIII Rassegna “Musica e Fiaba”, curata dall’Associazione Amici della Musica di Sarzana.

Sono tre gli appuntamenti, a ingresso gratuito, rivolti ai più piccoli e dedicati al mondo dell’infanzia: “Storie di niente”, “La mia radio suona jazz” e “Una valigia di storie”.

 

 

 

STORIE DI NIENTE

Santo Stefano Magra, Piazza della Pace, ore 21.30 – Sabato 4 Agosto 2018

 

Marco Sani voce e corpo narrante – Silvia Colosimo pianoforte

 

Ti racconto una storia! Una bella storia! Una storia di…re? di….cavalieri? di….principi e principesse? di…. magia? o di…. paura. No! Niente di tutto questo, non c’è niente di meglio di una storia di NIENTE! In una storia di niente, niente è come ci si aspetta perché con niente si può raccontare tutto, perché a volte basta chiudere gli occhi per vedere o tenerli spalancati per sognare, perché la musica e le parole riempiono qualsiasi vuoto e spesso dove sembra ci sia tutto c’è solo confusione e rumore. Concentratevi, rilassatevi, chiudete gli occhi e aprite la bocca, si parte!L’idea delle storie di niente nasce da Gianni Rodari e dal suo “Omino di niente” sperso in un mondo inesistente. In quel mondo vogliamo accompagnarvi perché lì abitano la fantasia e la poesia.

 

Marco Sani, attore spezzino, ha frequentato la scuola di formazione teatrale Fareteatro del Teatro Due di Parma. Significativa per la sua formazione la partecipazione ad un seminario tenuto da Orazio Costa. Ha interpretato la parte di Polimestore nello spettacolo Ecuba di Euripide rappresentato al Teatro Due di Parma- regia di Belledi. E’ stato attore in numerose compagnie, partecipando a vari festival nazionali e recitando in teatri quali il Regio di Parma, il Teatro dei Documenti di Roma, diretto da registi di fama internazionale. Ha fondato con R. Monopoli la Compagnia Reatto in cui svolge tuttora la propria attività. E’ impegnato in attività di formazione nelle scuole di La Spezia in collaborazione con il Teatro Civico e varie istituzioni scolastiche di Liguria e Toscana.

Silvia Colosimo, torinese, si forma da principio con il M° U. Camarca. Diplomata, in seguito, con il massimo dei voti presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino sotto la guida della proff.ssa A. Cigoli, si perfeziona in seguito con il M° G. Carmassi. Vincitrice di prestigiosi concorsi pianistici, si esibisce regolarmente come solista e camerista. E’ docente di pianoforte presso l’Accademia Musicale “A. Bianchi” di Sarzana.

 

 

 

 

LA MIA RADIO SUONA JAZZ

Sarzana, Atrio Palazzo Civico, ore 21.30 – Lunedì 6 Agosto 2018

 

Fabrizia Giannini corpo e voce narrante – Cristina Alioto: voce, violoncello, sax soprano – Mauro Avanzini sax alto, flauti

 

La Compagnia Teatrino di Pedro Benje utilizzerà la più antica e “povera” espressione teatrale, il circo, per narrare la sua storia. Una storia che vede come palcoscenico la strada, e come spettatore il passante. Un circo senza tendone, per poter lanciare ancor più distante la donna cannone. Un circo surreale, fuori dalle leggi della forza di gravità. Un circo in cui la componente più importante è la poesia.

Per questo, fra equilibristi, ballerine e tanti altri aleggia la presenza del poeta, che ci guida in un mondo in cui tutto accade e in cui risuona il jazz.

 

Il Teatrino di Pedro Benje, composto dal 2010 da tre rinomati artisti del territorio (Mauro Avanzini – sassofonista, Cristina Alioto – cantante, Fabrizia Giannini, attrice) nasce intorno al 2000 dall’esperienza del Bibliobus. Per la Biblioteca viaggiante Cristina Alioto e Fabrizia Giannini hanno ideato e realizzato animazioni originali alla scoperta del magico e meraviglioso mondo della lettura, del canto e della musica. Hanno letto, cantato, suonato coinvolgendo bambini della scuola dell’infanzia e delle primarie, e ragazzi della Scuola media, proponendo curiose e divertenti animazioni utilizzando diversi linguaggi espressivi: musicale, verbale, corporeo. Stimolate dalla richiesta di alcuni insegnanti è continuato il loro percorso creativo con l’ideazione, progettazione e conduzione di laboratori e spettacoli rivolti ai bambini delle scuole, utilizzando modalità adeguate alle diverse esigenze dei bambini. I loro spettacoli sono stati ospitati in varie occasioni in tutta la provincia di La Spezia.

 

 

UNA VALIGIA DI STORIE

Sarzana, Atrio Palazzo Civico, ore 21.30 – Mercoledì 8 Agosto 2018

 

a cura di Associazione A testa in giù – Progetto teatro

Ivan Biglioli – musiche, voce e corpo narrante

 

Una valigia e niente di più; all’interno oggetti che non prendono vita ma danno vita a ricordi, fotografie in un album; un percorso, un itinerario attraverso storie e vicende di un personaggio semplice, a volte saggio a volte sciocco, a volte burlone: Giufà.

Raccontato dalla nostra tradizione contadina, tramandato dalla narrazione dei popoli arabi, conosciuto con nomi diversi, personaggio unico, intrigante ed accattivante, raccontato da tanti, non ha mai perso la capacità e l’attualità di legare il mondo della fantasia a quello della realtà, come spesso accade alle storie che arrivano direttamente dalla tradizione più vera dei popoli di tutte le terre del mondo. Giufà, conosciuto anche come Guha, Nasreddin Hoca, Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno, viene narrato attraverso le sue storie e nella narrazione acquista forma e consistenza divenendo personaggio visto, conosciuto e riconosciuto. La musica suonata dal vivo attraverso la chitarra, l’organetto e anche strani e inusuali strumenti, accompagna la narrazione e il pensiero immaginifico degli spettatori.

 

Ivan Biglioli, attore protagonista di questo spettacolo, approfondisce le tematiche legate all’espressività e alla creatività, conoscendo negli anni ’90 il movimento creativo e la danza con Maria Elena Garcia, Marcia Plevin. Si avvicina ai temi del teatro ragazzi affinando “l’arte del burattinaio”. L’incontro con Gerard Tupinier, danzatore e mimo francese, apre nuovi scenari alle possibilità di creare e produrre nuovi spettacoli. Nel 2001 nasce la collaborazione con Isaac Alvarez fino all’estate del 2004 con la partecipazione al Festival di Avignone. Nel 2010 partecipa al progetto “La casa dell’ozio” di e con Mara Baronti seguendo sia il coordinamento pedagogico che la realizzazione. In questi anni, all’interno dell’Associazione “A testa in giù” di cui è stato cofondatore, ha ideato, prodotto e rappresentato svariati progetti e spettacoli.

 

Per consultare il programma generale del Festival Provinciale “I Luoghi della Musica” 2018 visitare il sito www.iluoghidellamusica.onweb.it

 

Per ulteriori dettagli chiamare il numero 328.8227643 o clicca qui per mandarci una mail.