XXI Festival Musica e Suoni

XXI FESTIVAL MUSICA E SUONI Ispirato e dedicato a Oceano Mare di Alessandro Baricco – GRAZIE!

Pur privilegiando l’azione e il fare, è doveroso da parte nostra, giunti al termine del Festival, dire due parole su quello che sono state queste due meravigliose giornate, all’insegna dell’arte, della musica, delle parole, dei suoni, delle immagini, dei colori.
Entusiasmo e bellezza sono stati i fili conduttori di tutte le performance presentate.
Il Festival quest’anno ha dato spazio alla CREATIVITÁ, commissionando opere prime a tutti gli artisti, avendo come ispirazione il romanzo Oceano Mare di Alessandro Baricco, e ne sono scaturite opere, composizioni e performance speciali, per qualità, contenuti e realizzazioni.
Per tutto questo si ringraziano: l’amministrazione comunale della Città di Sarzana per il sostegno al progetto, gli sponsor, Amanda Campanella e il personale d’accoglienza, i proprietari ed i condomini dei palazzi che hanno ospitato il Festival, Giuseppe Pucci, gli Scarti e Giorgio Innocenti per le collaborazioni tecniche.
Il ringraziamento più amorevole va a tutti gli artisti:
Nicole Amodio, Lorenzo Borrini e Giovanni Campi, Lucia Giromella, Simona Lombardi, Sara Pierotti, Giovanni Berretta e Nicola Pinelli, Riccardo Muzio e Cecilia Colombani, Toni Garbini, Marco Merino ed Erman Pasqualetti, Jonathan Lazzini e Rita Maggiani, Mariella Melani e Jacopo Perlini, Mauro Avanzini e Cristina Alioto, Felicita Brusoni e Damiano Mainenti, Gianluca Cremona e l’Ensemble di Musica contemporanea della Spezia (KouKou Ge, Luca Bianchi, Michela Puca, Nicolò Zappavigna), Jacopo Simoncini e le Maricanti (Cristina Alioto, Tiziana Fosella, Mariella Melani, Anna Menchinelli), Emiliano Bagnato e David Campanini, Nicolò Puppo e Orianna Fregosi.
Insieme, siamo riusciti a creare un “oceano mare” fatto di emozioni, di condivisione, di collaborazione, di entusiasmo, di magia, di luce negli occhi, di voglia di esserci e di fare.
Momenti di gioia.
Momenti di Vita.
Grazie di tutto questo.

Stefania Nardi, Eva Strozzi e l’Accademia Musicale Andrea Bianchi