Collettivi

A COME AVVENTURA

Laboratorio teatrale/musicale per bambini di 4 e 5 anni

a cura di Mariella Melani
COMPAGNIA TEATRI DEL VENTO

 

Il progetto mira a delineare  uno spazio creativo in cui manifestare la propria potenzialità espressiva, sia sul livello fisico sia sul livello vocale, avviando il bambino ad una familiarità con i principi e i riferimenti del linguaggio musicale e di quello teatrale.

L’intento è di avviare un processo creativo in cui il bambino venga guidato verso l’uso espressivo consapevole di voce e corpo e verso un creativo approccio mentale che gli consenta di elaborare in maniera personale, attraverso un organico percorso di drammatizzazione,  gli impulsi e le informazioni acquisite.

Il progetto vuole altresì offrire uno spazio in cui praticare l’ascolto e”l’insieme” , in cui  principalmente  siano i risultati della totalità ad essere presi in considerazione come tali; un luogo in cui il bambino sia guidato ad essere attivo nella stessa misura sia quando è protagonista e artefice del lavoro, sia quando è osservatore del lavoro di un altro. Quest’ultima considerazione fa riferimento al concetto di osservazione attiva che nel tempo permette di attivare  un’attitudine empatica:  considerare quello che fa un compagno come fonte della propria stessa conoscenza.

Una serie di esercizi finalizzati alla concentrazione, proposti in forma di gioco, costituiranno la pratica iniziale di ogni sessione che si svilupperà poi toccando le varie tematiche (quali per esempio  ritmo, coordinazione, dinamica, spazio fisico, spazio acustico, la voce che dice, la voce che canta…)

Il laboratorio è diretto da Mariella Melani ( www.teatridelvento.net)  cantantautrice e attrice, che da diversi anni si occupa anche di pedagogia teatrale e musicale nelle scuole, in Italia e all’estero.

 

AVVIAMENTO alla MUSICA

a cura di Giovanna Rossi

 

Indirizzato agli allievi dai 6 ai 10 anni (fascia della Scuola primaria) che amano la Musica, ma non sono ancora decisi sul tipo di strumento che desiderano iniziare a conoscere e a studiare.

Il corso è proposto a cadenza bimensile: passati i due mesi di frequenza (durante i quali gli allievi avranno modo di ascoltare e provare gli strumenti proposti dall’Accademia “Bianchi”, nonché di conoscere gli elementi base del linguaggio musicale), gli allievi sceglieranno lo strumento e si inseriranno nell’organizzazione dei corsi dell’Accademia.